La fabbrica degli ignoranti

a cura del prof. Pietro De Paolis

Le seghe mentali

Dicesi "sega mentale" il pensare a cose che non hanno attinenza con la realtà. A te sembrerà, da questa definizione, che le seghe mentali tu non te le fai mai; ma questo è falso, visto che se stai leggendo questa pagina, è proprio perché, a causa delle tue seghe mentali, ti ritrovi senza una tua idea che abbia riscontro con la realtà dei fatti. I fatti non sono quelli indicati dagli uomini politici radiodipendenti, ma i fatti sono la realtà che ci circonda, cioè il nostro corpo, il freddo o il caldo che sentiamo, gli alberi che circondano la campagna, lo smog delle strade, creato ad arte dai radiodipendenti onde creare utenti veri per medici finti, anche essi radiodipendenti.

La realtà

La realtà è quello che si tocca con mano, cioè il nostro corpo e l'ambiente fisico che ci circonda; la realtà sono gli essere umani con cui ogni giorno entriamo in contatto. Ogni essere umano è una cosa a sé; ha i suoi pensieri, il suo modo di agire, i suoi desideri. Anche i pensieri sono delle realtà con cui noi abbiamo a che fare ogni giorno. Purtroppo i pensieri non si toccano con le mani e non si vedono; tuttavia agiscono realmente sia su di noi che sulle altre persone; i pensieri condizionano le nostre scelte e le scelte degli altri. Per cui occorre una corretta igiene mentale, cioè fare in modo di pensare solo le cose reali e possibili; cioè i pensieri che possono determinare il comportamento nostro e degli altri in modo corretto. Se un pensiero è irrealizzabile, cioè è impossibile da mettere in pratica, vuol dire che è una sega mentale. Certo la sega mentale può essere anche piacevole, può essere un sogno ad occhi aperti, ma non serve assolutamente a costruire un futuro adatto a noi, cioè proprio quello che noi uomini desideriamo.

Quindi, tieniti forte; conoscere la realtà fa molto male a noi stessi; e se diciamo la verità e la realtà fa molto male anche agli altri. Tuttavia, io resto del parere che la verità nuda e cruda, per un uomo, è necessaria. Occorre che noi abbiamo i piedi sempre per terra onde agire con consapevolezza.

La fabbrica degli ignoranti

 

prof. Pietro De Paolis

2009 Pagina inferiore


Scuola Elettrica



Guida per navigare


Richiesta informazioni

 

Mappa per tipo di scuola

 

Indice di tutte le pagine del sito


Scuola Elettrica