Complementi di luogo

       data di oggi:
Classe 3a della scuola secondaria di  1° grado

Click col sinistro per interrompere l'audio

Click col sinistro per avviare l'audio

Zitto! Parla!

 

 

Corso di Javascript + italiano

Il complemento di luogo è una parola o un insieme di parole che si aggiungono in una frase, per meglio indicare il posto, la città, il luogo dove avviene l'azione indicata nella frase.

nome verbo complemento di luogo
L'alunno si trova in classe.
L'alunno va a scuola
L'alunno torna da scuola
L'alunno cammina per la strada.

Vi sono quattro modi di indicare il luogo in cui l'azione indicata dalla frase avviene.

1- Moto a luogo

Il complemento di moto a luogo indica il posto in cui la persona che compie un movimento è diretto, cioè il posto in cui dovrà andare, ma nel quale non è ancora arrivato. La parola: moto vuol dire movimento e non motorino.

Esempio

L'alunno va a scuola.

a scuola costituisce il complemento di moto a luogo, cioè indica il posto, il luogo in cui l'alunno arriverà alla fine del suo movimento.

Il treno è diretto a Milano.

a Milano costituisce il complemento di moto a luogo, cioè indica il posto, il luogo in cui il treno arriverà alla fine del suo movimento.

2- Moto da luogo

Il complemento di moto da luogo indica il posto dal quale è partita la persona che compie un movimento,  cioè il posto in cui stava prima di muoversi. La parola: moto vuol dire movimento e non motorino.

Esempio

L'alunno torna da scuola.

da scuola costituisce il complemento di moto da luogo, cioè indica il posto, il luogo in cui l'alunno si trovava prima di partire e dal quale ha iniziato a muoversi.

E' in arrivo da Milano il treno 485.

da Milano costituisce il complemento di moto a luogo, cioè indica il posto, il luogo dal quale il treno è partito e si sta muovendo, prima di fermarsi.

3- Moto per luogo

Il complemento di moto per luogo indica il posto che la persona attraversa mentre compie un movimento,  cioè la strada, la ferrovia, il paese che egli attraversa, dopo che è partito e mentre si muove. La parola: moto vuol dire movimento e non motorino.

Esempio

L'alunno cammina per la strada.

per la strada costituisce il complemento di moto per luogo, cioè indica il posto, il luogo che l'alunno percorre, attraversa, mentre compie il suo movimento.

Il treno Milano-Roma passa da Bologna.

da Bologna costituisce il complemento di moto per luogo, cioè indica il posto, il luogo che il treno percorre durante il movimento, cioè dopo che è partito da Milano e prima di arrivare a Roma.

4- stato in luogo

Il complemento di stato in luogo indica il posto nel quale  la persona sta ferma, cioè non si muove più, cioè sta.  La parola: stato in luogo vuol dire che sto fermo e non mi muovo più in un certo posto.

Esempio

L'alunno si trova in classe.

in classe  costituisce il complemento di stato in luogo, cioè indica il posto, il luogo in cui l'alunno si trova ora.

Il treno è fermo nella stazione.

nella stazione costituisce il complemento di stato in luogo, cioè indica il posto, il luogo in cui il treno si è fermato e non cammina più.

Programmazione javascript

Costruiamo ora un breve programma in javascript per controllare la conoscenza dei compleneti di luogo. La programmazione Javascript viene trattata nel Corso Javascript per scuola media. Qui faremo solo un esercizio che abbina le conoscenze della grammatica italiana alle conoscenze del linguaggio di programmazione javascript.

Esercizio

Scrivere un programma di italiano che riconosca il complemento di luogo e dia il voto. 

Soluzione

Vi sono diversi modi di risolvere questo esercizio; un modo può essere il seguente:

Questo è un programma di italiano.
Indicare il complemento di luogo per ogni frase, premendo sul pulsante.

1 -

2 -

3 -

 

schermata di  settimo.htm

Notiamo che in ogni frase vi sono tre pulsanti: 

Per risolvere l'esercizio occorre premere il pulsante giusto, in base alla tipo di complemento.

Costruiamo ora i tre pulsanti del primo esercizio.

pulsante

Il pulsante lo possiamo costruire facilmente con la seguente istruzione:

<input type="button" value="Luigi" onclick="verificaprima('Luigi')"> 

Il pulsante ha la scritta "Luigi" ottenuta con:

value="Luigi"

 quando l'utente preme il pulsante, con:

onclick="verificaprima('Luigi')"

ottengo l'attivazione di una funzione javascript di nome verificaprima() la quale provvederà a verificare se la risposta è giusta. All'interno delle parentesi ci metto la parola da premere. Poiché vi sono le virgolette doppie, uso gli apici per distinguere le virgolette semplici dalle doppie, cioè metto: 'Luigi' e non "Luigi".

 

pulsante

Il pulsante lo possiamo costruire facilmente con la seguente istruzione:

<input type="button" value="abita" onclick="verificaprima('abita')" >

Il pulsante ha la scritta "abita" ottenuta con:

value="abita"

quando l'utente preme il pulsante, con:

onclick="verificaprima('abita')"

ottengo l'attivazione di una funzione javascript  verificaprima() la quale provvederà a verificare se la risposta è giusta.  Analogamente procedo per l'altro pulsante.

Pulsanti 3 

Il pulsante è:

 

e lo ottengo con le istruzioni:

<input type="button" value="a Milano." onclick="verificaprima('a Milano.')" >

 

Questi tre pulsanti valgono per il primo esercizio. Gli altri due esercizi hanno ugualmente gli stessi tre pulsanti; tuttavia i pulsanti del secondo esercizio:

li ottengo con:

<input type="button" value="Un aereo" onclick="verificaseconda('Un aereo')">

attiva la funzione:verificaseconda('Un aereo') cioè quella che verifica il secondo esercizio;

<input type="button" value="sta arrivando" onclick="verificaseconda('sta arrivando')">

attiva la funzione:verificaseconda('sta arrivando') cioè quella che verifica il secondo esercizio;

<input type="button" value="a Roma." onclick="verificaseconda('a Roma.')">

attiva la funzione:verificaseconda('a Roma.') cioè quella che verifica il secondo esercizio.

 

 Analogamente per il terzo esercizio:

 metto:

<input type="button" value="Il treno" onclick="verificaterza('Il treno')">

in modo da attivare la funzione: verificaterza('Il treno');

<input type="button" value="è partito" onclick="verificaterza('è partito')">

in modo da attivare la funzione: verificaterza('è partito');

<input type="button" value="da Milano." onclick="verificaterza('da Milano.')">

in modo da attivare la funzione: verificaterza('da Milano.');

 

Funzioni di verifica

Mi servono,ora, tre funzioni per verificare i tre esercizi. La funzione verificaprima() completa è: 

function verificaprima(tipo) {

if (tipo=="a Milano.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

}

 

Con:

verificaprima(tipo) 

memorizzo nella variabile: tipo la risposta dell'utente. Sappiamo che la risposta esatta della prima domanda è a Milano.; di conseguenza uso una if del tipo:

if (tipo=="a Milano.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

 

Cioè se la variabile tipo contiene il valore a Milano., la risposta è giusta e incremento il contatore del numero 3.333 con:

contatore=contatore+3.33333;

e avviso l'utente del programma che la risposta è giusta con:

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

 

Seconda funzione 

La funzione verificaseconda() completa è: 

function verificaseconda(tipo) {

if (tipo=="a Roma.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

}

 

Con:

verificaseconda(tipo) 

memorizzo nella variabile: tipo la risposta esatta. Sappiamo che la risposta esatta della seconda domanda è a Roma.; di conseguenza uso una if del tipo:

if (tipo=="a Roma.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

 

Cioè se la variabile tipo contiene il valore a Roma., la risposta è giusta e incremento il contatore del numero 3.333 con:

contatore=contatore+3.33333;

e avviso l'utente del programma che la risposta è giusta con:

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

 

Terza funzione

La funzione verificaterza() completa è: 

function verificaterza(tipo) {

if (tipo=="da Milano.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

 

Con:

verificaterza(tipo) 

memorizzo nella variabile: tipo il valore esatto della rispsota. Sappiamo che la rispsota esatta della terza domanda è da Milano.; di conseguenza uso una if del tipo:

if (tipo=="da Milano.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

 

Cioè se la variabile tipo contiene il valore da Milano., la risposta è giusta e incremento il contatore del numero 3.333 con:

contatore=contatore+3.33333;

e avviso l'utente del programma che la risposta è giusta con:

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

Il listato completo del programma è:

<script>

contatore=0;

function verificaprima(tipo) {

if (tipo=="a Milano.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

}

function verificaseconda(tipo) {

if (tipo=="a Roma.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

}

function verificaterza(tipo) {

if (tipo=="da Milano.") {

contatore=contatore+3.33333;

alert ("Risposta esatta! Il tuo voto è "+contatore);

};

}

</script>

<body background="sfondo2.jpg">

Questo è un programma di italiano.<br>

Indicare il complemento di luogo per ogni frase, premendo sul pulsante.<br><br>

1 - <input type="button" value="Luigi" onclick="verificaprima('Luigi')">

<input type="button" value="abita" onclick="verificaprima('abita')" >

<input type="button" value="a Milano." onclick="verificaprima('a Milano.')" >

 

<br><br>

 

2 - <input type="button" value="Un aereo" onclick="verificaseconda('Un aereo')">

<input type="button" value="sta arrivando" onclick="verificaseconda('sta arrivando')" >

<input type="button" value="a Roma." onclick="verificaseconda('a Roma.')" >

<br><br>

3 -

<input type="button" value="Il treno" onclick="verificaterza('Il treno')">

<input type="button" value="è partito" onclick="verificaterza('è partito')" >

<input type="button" value="da Milano." onclick="verificaterza('da Milano.')" >

</body>

listato di   settimo.htm

Scriviamolo con Word e salviamolo con il nome di  settimo.htm e proviamolo con Internet Explorer per vedere se funziona. Dovremmo vedere:

 

Esercizio da svolgere n. 1

Modificare l'esercizio svolto sopra, cambiando le frasi da scrivere nelle seguenti. 

1 - Oggi sono andato a scuola. (moto a luogo)

2 - Ora mi trovo a casa. (stato in luogo)

3 - Domani verrò a casa tua. (moto a luogo)

 

Esercizio da svolgere n. 2

Modificare l'esercizio svolto sopra, cambiando le frasi da scrivere nelle seguenti. 

1 - Ieri son passato da Roma. (moto per luogo)

2 - Ogni anno vado a Roma. (moto a luogo)

3 - Oggi sono tornato da Roma. (moto da luogo)

Esercizio da svolgere n. 3

Modificare l'esercizio svolto sopra, cambiando le frasi da scrivere nelle seguenti. 

1 - Io abito a Milano. (stato in luogo)

2 - Io vado a Milano. (moto a luogo)

3 - Per andare in Svizzera passo da Milano. (moto per luogo)

------

 

Corso Javascript per scuola media

 

Dizionario Javascript e html

 

prof. Pietro De Paolis

  

Lezioni tecnologia classe prima

Lezioni tecnologia classe prima

Esercizi tecnologia classe prima

Lezioni classe prima

Esercizi classe prima

Aula classe prima

Laboratorio tecnologia classe prima

Indice Scuola Elettrica - generico


Scuola Elettrica



Guida per navigare


Richiesta informazioni

 

Mappa per tipo di scuola

 

Indice di tutte le pagine del sito


Scuola Elettrica