Il quattrocento

       data di oggi:
Classe 3a superiore, scuola secondaria di  2° grado

 

La parola quattrocento sta a significare gli anni che vanno dal 1400 al 1499, cioè gli anni del secolo quindicesimo, in latino XV.

Questo secolo fa ancora parte del medioevo, il periodo storico che termina con la scoperta dell'America nel 1492, ad opera degli spagnoli, guidati da Cristoforo Colombo.

In Italia non esisteva in questo secolo un potere predominante, non esistevano le regioni, come attualmente le conosciamo, non esisteva uno stato centrale né a Roma né a Torino, né a Milano. Vi erano dei centri di potere che esistevano in alcune città come Genova, Milano, Venezia, Firenze, Roma, Napoli. Queste città non erano indipendenti, in quanto i loro capi dipendevano sia dalla Francia, sia dalla Germania, sia dalla Spagna. Mentre l'impero romano era quello che comandava in Germania. Le varie città stato italiane erano in perenne lotta tra di loro.

Questo secolo è caratterizzato da due grandi invenzioni, cioè la scoperta della stampa in Germania, e la scoperta dell'America, da parte degli spagnoli.

L'arte della stampa fu iniziata da Giovanni Gutemberg nel 1455; la stampa esisteva già dal tempo dei romani; essa avveniva incidendo una matrice di legno o di metallo, contenete una pagina del libro da stampare; servivano tante matrici, quante erano le pagine del libro; dopo che il libro non serviva più, le matrici dovevano essere buttate, con grandi perdite economiche e conseguenti costi dei libri prodotti. La innovazione di Gutemberg consiste sia nell'usare una lega di metalli teneri, piombo, antimonio e stagno, più facili da fondere e quindi meno costosi e più veloci da fondere; inoltre Gutemberg non fondeva l'intera pagina da stampare, ma fondeva solo piccoli pezzi di metallo, di forma rettangolare, ciascuno contenente un sola lettera dell'alfabeto; queste singole lettere venivano unite su di un apposito telaio, fino a formare la pagina da stampare. Una volta stampata la pagina, nel numero di copie volute, le stesse lettere veniva tolte dal telaio e riutilizzate per comporre un'altra pagina del libro. Il tal modo il procedimento di stampa era più veloce e meno costoso. La scesa dei prezzi per la stampa di un libro consentì una enorme diffusione dei libri e quindi delle idee degli scrittori di quei tempi.

La scoperta dell'America fu dovuta alla regina Isabella di Castiglia, in Spagna. Essa fece preparare un flotta di soldati armati, che nel 1492 riuscirono ad approdare in America del Nord. La conquista dell'America produsse notevoli vantaggi economici sia alla Spagna sia alle altre nazioni europee.

2016

prof. Pietro De Paolis

 

Esercizio di questa lezione

 

Corso di letteratura italiana