Concetto di organizzazione aziendale

Il Termine "organizzazione" può assumere diversi significati in base ai discorsi che facciamo. In generale organizzazione è un insieme ordinato di attività che servono a raggiungere un certo obiettivo, un certo scopo. L'opposto di organizzazione è la disorganizzazione.

La parola "sistema" indica un insieme di oggetti collegati tra di loro e tra loro interdipendenti.

Questi oggetti possono essere oggetti materiali, per esempio una catena di montaggio o una apparecchiatura elettronica, sono oggetti materiali che interagiscono tra di loro e quindi costituiscono un sistema.

 Questi oggetti possono essere organismi viventi, per esempio delle persone. Se prendiamo venti alunni e li mettiamo in una stanza, costituiscono un sistema classe, cioè un insieme di persone che interagiscono tra di loro, cioè un sistema classe.

Il sistema classe può essere organizzato o disorganizzato; se fosse disorganizzato non potrebbe esistere; di solito un sistema esiste proprio perché organizzato, cioè è un insieme ordinato che serve a raggiungere un certo scopo.

Il termine organizzazione non assume un solo significato.

Per esempio "organizzazione" vuole anche dire la disciplina, la materia, che studia i sistemi.

Non solo, ma "organizzazione" può anche significare l'insieme delle persone che costituiscono un sistema, cioè un insieme di persone che si organizzano tra di loro. 

Se consideriamo una impresa o una società di persone, si usa dire:"L'organizzazione ha deciso di fare questo", cioè l'insieme delle persone che la compongono hanno deciso di fare questo.

Riepilogando, possiamo dire, che organizzazione assume tre diversi significati:

Se consideriamo ora una azienda, cioè l'insieme dei beni che servono all'imprenditore per la sua impresa, anche una azienda deve essere organizzata; per cui l'organizzazione aziendale  sarebbe l'insieme dei componenti che rendono possibile il funzionamento di una azienda.

Stiamo attenti che l'azienda non è solo persone, macchine, energie, denaro ecc. senza relazioni tra di loro, ma è l'insieme ordinato, cioè l'insieme organizzato in modo da realizzare uno scopo. La organizzazione aziendale indica, quindi, proprio i comportamenti e le relazioni che devono avere gli elementi di una azienda, in modo da realizzare lo scopo.

Le caratteristiche essenziali di ogni forma di organizzazione, e quindi, anche, della organizzazione aziendale sono:

1 - La suddivisione del lavoro fra più persone, la suddivisione del potere, cioè del comando, la suddivisione delle responsabilità; tali suddivisioni servono per raggiungere in modo ottimale gli scopi prefissati.

2 -La presenza di un centro di potere o di più centri di potere, cioè di una persona o un ente che emana le direttive e controlla che le direttive siano eseguite.

3 - La sostituibilità del personale che fa parte della organizzazione, quando questo si mostri inadeguato o inefficiente.

E' evidente che la struttura organizzativa deve essere sia efficiente che efficace.

Una organizzazione è efficace se raggiunge gli scopi previsti, in quanto l'efficacia è proprio il rapporto tra risultati raggiunti e risultati previsti.

Ma l'organizzazione aziendale deve essere anche efficiente, cioè non deve sprecare né persone, né denaro, né risorse.

Cioè a parità di risultati ottenuti una organizzazione efficiente è quella che consente di ottenere o risultati migliori di quelli previsti o gli stessi risultati con minore utilizzo di energie.

Vediamo ora come è composta la struttura organizzativa dell'azienda.

 

Esercizi di verifica

 

Lezioni di sistemi organizzativi aziendali

 

Prof. Pietro De Paolis

 

Economia generale