Gli impianti civili

       data di oggi:
Classe 1a media, scuola secondaria di  1° grado

 

Nelle nostre case di abitazione vi sono molti impianti: acquedotto, fognatura, riscaldamento. Gli impianti si dicono civili quando riguardano le comuni abitazioni, cioè le nostre case in città, al mare, in montagna. Gli impianti si dicono industriali quando riguardano le industrie, cioè i grandi complessi estesi migliaia di metri quadri. Gli impianti civili sono costituiti dall'insieme delle apparecchiature in grado di farli funzionare.

Impianto idrico

L'impianto idrico ha lo scopo di fornire l'acqua nelle abitazioni. L'acqua proviene da lontano, dalle sorgenti o dai serbatoi artificiali o dalle dighe. In mancanza si usano anche dei pozzi artesiani, cioè dei pozzi che sfruttano l'acqua che giace nel sottosuolo. L'impianto idrico comunale ha lo scopo di portare l'acqua nelle nostre abitazioni. All'ingresso dell'impianto idrico delle nostre abitazioni vi è un contatore dell'acqua che misura l'acqua che consumiamo.

Sifone

Se la pressione dell'acqua che arriva dall'acquedotto comunale è molto alta, l'acqua riesce a salire anche diversi piani. Per aumentare la pressione dell'acqua l'acquedotto comunale pone i serbatoi in un punto molto alto del territorio cittadino; mediante il principio del sifone l'acqua riesce a salire anche nei piani alti. Altrimenti si ricorre a delle grandi pompe che aumentano la pressione dell'acqua.

Se la pressione che arriva al contatore è bassa, occorre un serbatoio di acciaio inossidabile unito ad una pompa, cioè un'autoclave, che ha lo scopo di far salire l'acqua nei piani alti dell'edificio.

rubinetto

Il rubinetto può essere aperto o chiuso con le mani. Inoltre il rubinetto ci consente di regolare con precisione la quantità di acqua che noi vogliamo far scorrere. Vi è un rubinetto per l'acqua fredda; vi è un rubinetto per l'acqua calda. A volte nello stesso rubinetto vi è una parte in cui si mischia l'acqua calda con quella fredda, in modo da ottenere l'acqua tiepida; cioè nel rubinetto è compreso un miscelatore di acqua di tipo manuale.

Il rubinetto si basa sul principio della vite che gira e si sposta. 

La vite è unita ad un pezzo cilindrico, che può essere di gomma, in modo da migliorare la chiusura del rubinetto e non perdere acqua. 

Rubinetto

Se ruotiamo la manopola del rubinetto tutta verso destra la gomma scende tutta giù e impedisce all'acqua di passare. Se, invece, ruotiamo la manopola del rubinetto verso sinistra, la gomma sale sopra insieme alla vite e l'acqua può scorrere dal rubinetto.

Le stanze alimentate sono la cucina e il bagno. In media occorrono 200 litri di acqua al giorno per ogni persona. Le tubazioni dell'acqua un tempo venivano fatte in acciaio zincato; oggi si usano materiali plastici alimentari. Le tubazioni vengono, poi, rivestite di materiali isolanti in modo da aumentare la durata nel tempo delle tubazioni stesse.

Impianto fognante o sanitario

L'acqua sporca va buttata nello scarico che è collegato all'impianto fognante o impianto sanitario. Per evitare la fuoriuscita dei cattivi odori si usa il principio del sifone; in tal modo l'acqua rimasta nel sifone blocca i cattivi odori provenienti dall'impianto fognario. Le tubazioni sono di grande diametro, fino a 100 mm e di materiale plastico. Le acque luride vanno poi a finire nell'impianto fognante cittadino e portate al depuratore cittadino.

Impianto elettrico

L'impianto elettrico è costituito da tre fili di rame che partono dal contatore dell'azienda elettrica, situato all'esterno dell'appartamento e percorrono tutte le stanze.

Contatore dell'impianto elettrico

Nei pressi del contatore si mette un interruttore automatico differenziale, detto salvavita. La corrente elettrica è molto pericolosa, per cui è bene stare lontani dalle apparecchiature elettriche ed usare solo dopo aver chiesto il permesso ai propri genitori. Uno dei tre fili viene collegato ad un picchetto di ferro zincato conficcato nel terreno e detto presa di terra.

presa elettrica

In ogni stanza vi sono molte prese elettriche mediante le quali è possibile alimentare diverse apparecchiature elettriche.

interruttore elettrico

Le diverse lampade vengono accese premendo gli opportuni interruttori elettrici situati vicino ad ogni porta.

circuito di accensione di una lampada

L'interruttore ha lo scopo di interrompere la corrente elettrica spegnendo le lampade.

 

Impianto del gas

L'impianto del gas è costituito da tubi in ferro zincato o di rame; all'esterno dell'abitazione vi è il contatore del gas; 

contatore del gas

 

l'impianto collega la cucina a gas e la caldaia per il riscaldamento. I tubi esterni del gas non vanno mai toccati; occorre anche evitare di bagnarli.

Impianto di riscaldamento

L'impianto di riscaldamento ha lo scopo di riscaldare la casa durante l'inverno; inoltre esso è utilizzato per riscaldare l'acqua che arriva nei rubinetti del bagno e della cucina. E' un impianto molto complesso in quanto prevede l'utilizzo dell'impianto del gas, dell'impianto idraulico, dell'impianto elettrico e dell'impianto di riscaldamento vero e proprio.

caldaia a gas

 

La parte fondamentale dell'impianto di riscaldamento è la caldaia a gas; essa viene alimentata con il gas che proviene dall'impianto a gas interno all'abitazione;

circuito del gas

 

All'interno della caldaia vi è un grosso bruciatore che viene acceso elettronicamente e produce il calore necessario per riscaldare l'acqua contenuta nel circuito idraulico dell'impianto di riscaldamento:

circuito idraulico di riscaldamento

L'acqua calda prodotta viene inviata mediante una pompa nei radiatori situati nelle singole stanze dell'appartamento.

radiatore

 

Un circuito idraulico a parte porta l'acqua calda che proviene dalla caldaia ai rubinetti del bagno e della cucina.

L'insieme dei vari circuiti che compongono l'impianto di riscaldamento viene comandato da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

circuito elettrico dell'impianto di riscaldamento

In particolare vi è una valvola automatica, cioè comandata dal circuito elettrico, che apre e chiude il gas in base alle necessità. Un termostato rileva la misura interna della temperatura delle stanze dell'appartamento e comanda l'accensione o lo spegnimento dell'intera caldaia.

termostato

Quando l'acqua si è riscaldata un termostato accende una pompa elettrica in modo da far arrivare l'acqua calda ai radiatori.

componenti di un impianto di riscaldamento

Quando le stanze sono ben riscaldate un termostato spegne l'intera caldaia, ma è pronto a riaccenderla non appena la temperatura dell'appartamento scende al di sotto di un valore prefissato.

Impianto di condizionamento

L'impianto di condizionamento si usa nel periodo estivo quando fa molto caldo ed occorre raffreddare le stanze.

impianto di condizionamento

Viene alimentato solo dall'impianto elettrico e si accende e si spegne mediante un telecomando. E' costituito da un compressore situato all'esterno dell'edificio, che comprime un gas inerte che si riscalda senza esplodere; poi questo gas viene fatto espandere in una serpentina di tubi di rame situati all'interno dell'appartamento; i tubi si raffreddano e l'aria fredda viene fatta circolare mediante un ventilatore elettrico. Anche il condizionatore è dotato di termostato, il quale accende il condizionatore quando la temperatura è molto alta e lo spegne quando la stanza si è raffreddata.

prof. Pietro De Paolis

 

Esercizio di questa lezione

Lezioni tecnologia classe prima

Lezioni tecnologia classe prima

Esercizi tecnologia classe prima

Lezioni classe prima

Esercizi classe prima

Aula classe prima

Laboratorio tecnologia classe prima

Indice Scuola Elettrica - generico


Scuola Elettrica



Guida per navigare


Richiesta informazioni

 

Mappa per tipo di scuola

 

Indice di tutte le pagine del sito


Scuola Elettrica