Il circuito elettrico

       data di oggi:
Classe 1a media, scuola secondaria di  1° grado
Tecnologia   

Fili elettrici

Un circuito molto usato nella moderna tecnologia è il circuito elettrico; si dice circuito elettrico un percorso chiuso in cui circola la corrente elettrica. Il circuito elettrico deve essere costituito da un materiale metallico in grado di condurre la corrente elettrica. Di solito si usa il rame. La corrente elettrica viene trasportata da un punto all'altro mediante un filo di rame; non vi è bisogno di un tubo, cioè il filo non deve essere per forza vuoto all'interno, in quanto la corrente scorre in tutto il filo di rame, sia all'interno del filo che all'esterno del filo. 

Il filo elettrico viene rivestito di plastica di diversi colori. La plastica non conduce la corrente elettrica; i materiali che non conducono la corrente elettrica si dicono isolanti. 

plastica = isolante

gomma = isolante

 

La plastica è un isolante; isolante vuol dire che non conduce la corrente.

Oltre ai fili è necessaria anche una pila. La pila è in grado di produrre la corrente elettrica; la pila genera la corrente elettrica. La pila è un generatore di corrente elettrica; questo vuol dire che la corrente parte dalla pila e va verso i fili elettrici collegati alla pila.

Circuito elettrico

La pila ha due punti esterni su cui possiamo collegare i fili; i punti devono essere per forza due e solo due. Questi due punti ai quali colleghiamo i fili si dicono poli elettrici. Nella pila vi sono due poli elettrici; per distinguerli: ad un polo mettiamo il segno +, per indicare che è il polo positivo; all'altro polo mettiamo il segno meno -, per indicare che è il polo negativo.

Per completare il circuito ci serve un altro componente fondamentale che è l'utilizzatore, cioè il componente che noi usiamo. L'utilizzatore può essere una lampada, una radiolina, un televisore, una lavatrice, ecc.

acciaio = conduttore

rame = conduttore

Importante per il passaggio della corrente è che il circuito sia chiuso; cioè la corrente passa solo se incontra materiali metallici conduttori; se invece un solo punto del circuito è costituito da plastica, cioè da materiale non conduttore, cioè da materiale isolante, la corrente non passa.

plastica = isolante

gomma = isolante

 

Riepilogando se il circuito è chiuso, cioè è costituito tutto da materiali conduttori la corrente passa e la lampadina si accende; 

Circuito chiuso = lampadina accesa

 

Nella figura di sopra abbiamo usato solo materiali di rame conduttore per collegare la lampadina alla pila; quindi la lampadina si accende perché la corrente passa nei fili di rame, partendo dal polo positivo della pila e ritornando al polo negativo della pila.

Se invece anche un solo punto del circuito è costituito da materiale isolante la corrente non passa e la lampadina resta spenta.

Circuito aperto = lampadina spenta

Nel circuito di sopra abbiamo messo un pezzo di plastica tra il filo rosso; il pezzo di plastica è isolante, quindi non fa passare la corrente; la lampadina resta spenta. Infatti la corrente non può partire dal polo positivo, proprio perché è presente un pezzo di plastica nel circuito; quindi il circuito è interrotto, cioè è spezzato, nel punto in cui noi abbiamo messo la plastica.

Interruttore

La plastica ha interrotto il passaggio della corrente; in pratica ha funzionato da interruttore; si dice interruttore un pezzo di plastica in grado di interrompere la corrente elettrica.

Per accendere una lampadina possiamo anche utilizzare una presa di corrente.

presa di corrente

Qui le cose cominciano ad essere pericolose; infatti la presa di corrente è molto pericolosa e la non possiamo affatto utilizzare perché siamo ancora piccoli; quando avremo 18 anni possiamo fare queste prove. Ma un bravo elettricista è in grado di fare questa prova.

Circuito chiuso = lampadina accesa

Quindi se un elettricista collega un filo di rame, rivestito di plastica rossa, ad un polo della presa di corrente e l'altro pezzo del filo lo collega alla lampadina. Inoltre se collega un filo di rame, rivestito di plastica nera, tra un polo della presa e l'altro punto della lampadina, possiamo vedere che la lampadina si è accesa, in quanto il circuito è chiuso, essendo tutto costituito da fili di rame conduttore. 

Per poter spegnere la lampadina ci serve un interruttore.

Coll'interruttore possiamo accendere e spegnere

Il vantaggio dell'interruttore è quello di poter accendere e spegnere la lampadina. L'interruttore ha al suo interno sia un pezzo di plastica e sia un pezzo di rame. Quando mette in mezzo un pezzo di rame il circuito è chiuso, la corrente passa, la lampadina si accende.

 

Interruttore elettrico

Quando l'interruttore mette in mezzo un pezzo di plastica, il circuito è aperto e la corrente non può passare: la lampadina si spegne.

Questo è il vantaggio dell'interruttore. L'interruttore è costituito nella parte esterna tutto di plastica, in modo che lo possiamo toccare con le mani.

Il lavoro che fa l'interruttore è quello di unire o separare due fili di rame.

Fili separati

Se i due fili di rame, rivestiti in plastica rossa, sono separati, cioè stanno lontani, la corrente non può passare e la lampadina resta spenta.

Fili uniti

Se, invece, l'interruttore unisce i due fili di rame, la corrente può passare e la lampadina si accende. L'unione dei fili va fatta sulla parte di rame e non sulla parte di plastica, in quanto la plastica è un isolante e non fa passare la corrente elettrica.

 

prof. Pietro De Paolis

 

Esercizio di questa lezione

Lezioni tecnologia classe prima

Lezioni tecnologia classe prima

Esercizi tecnologia classe prima

Lezioni classe prima

Esercizi classe prima

Aula classe prima

Laboratorio tecnologia classe prima

Indice Scuola Elettrica - generico


Scuola Elettrica



Guida per navigare


Richiesta informazioni

 

Mappa per tipo di scuola

 

Indice di tutte le pagine del sito


Scuola Elettrica