Il circuito idraulico

       data di oggi:
Classe 1a media, scuola secondaria di  1° grado
Tecnologia   

Circuito idraulico

Nella lezione precedente abbiamo visto che la pompa è in grado di far scorrere l'acqua dentro dei tubi. Se prendiamo, infatti, dei tubi di plastica o di acciaio zincato e li riempiamo di acqua e colleghiamo il tutto ad una pompa, notiamo che l'acqua inizia a scorrere nel tubo al elevata velocità. La pompa, infatti, aspira l'acqua dalla parte di sotto, cioè dal ritorno e la manda nella parte di sopra, detta andata o mandata. Come possiamo notare l'acqua è sempre la stessa, che gira continuamente. Si dice circuito un percorso chiuso che parte da un punto e torna allo stesso punto. L'acqua, quindi, percorre questo circuito; il circuito è costituito dalla pompa, dai tubi, dall'acqua. Questo circuito è detto circuito idraulico, perché all'interno vi abbiamo messo l'acqua.

Radiatore

L'acqua che circola nel tubo può essere o fredda o calda. Se facciamo scorrere all'interno dei tubi dell'acqua molto calda essa la possiamo far arrivare ad un termosifone, o meglio ad un radiatore del termosifone. Un tempo, infatti, non esistevano le pompe elettriche per cui non si potevano usare per far circolare l'acqua calda. Essa comunque circolava in base ad un effetto detto sifone. 

Sifone

Il sifone è un piccolo circuito idraulico che non ha una pompa ma sfrutta l'effetto dell'acqua che si trova ad una certa altezza. Se noi, infatti, riempiamo dei tubi di acqua essi hanno tutti lo stesso livello dell'acqua, se li lasciamo scoperti in qualche punto, cioè senza chiudere i tubi. Nella figura vediamo che da sola l'acqua è scesa sotto lo sgabello su cui è posto il serbatoio di acqua ed è risalita sopra, fino a raggiungere il livello superiore dell'acqua del serbatoio. E' questo che si chiama effetto sifone, cioè il fatto che da sola l'acqua prima scende e poi risale.

Se noi abbassiamo il tubo pieno di acqua sotto il livello dello sgabello, vediamo che l'acqua fuoriesce tutta dal serbatoio, fino a svuotarlo. 

Sifone adescato

Dal disegno vediamo addirittura che l'acqua è risalita al di sopra del livello del serbatoio, per cui il sifone si dice adescato, cioè ormai l'acqua inizia a scendere giù e si tira tutta l'altra acqua presente nel serbatoio fino a svuotarlo.

Nel sifone il circuito dell'acqua è aperto. Se il circuito fosse chiuso l'acqua non si potrebbe muovere da sola, ma avrebbe bisogno di una pompa per muoversi. Nel circuito idraulico del termosifone i tubi sono tutti chiusi; ma ci pensa la pompa a far muovere l'acqua nel circuito idraulico.

circuito idraulico di un termosifone

Dal disegno possiamo vedere che la pompa spinge l'acqua calda nel radiatore del termosifone; dopo che il radiatore ha riscaldato la stanza in cui è posto, l'acqua diventa fredda e ritorna verso la pompa. Nello schema manca la caldaia che riscaldi l'acqua.

prof. Pietro De Paolis

 

Esercizio di questa lezione

  

Lezioni tecnologia classe prima

Lezioni tecnologia classe prima

Esercizi tecnologia classe prima

Lezioni classe prima

Esercizi classe prima

Aula classe prima

Laboratorio tecnologia classe prima

Indice Scuola Elettrica - generico


Scuola Elettrica



Guida per navigare


Richiesta informazioni

 

Mappa per tipo di scuola

 

Indice di tutte le pagine del sito


Scuola Elettrica