Il risorgimento italiano

       data di oggi:
Classe 5a superiore, scuola secondaria di  2° grado

 

I primi anni del 1800 sono gli anni del risorgimento, cioè quello che avvenne dopo la fine di Napoleone Bonaparte in Italia e in Europa. Sono gli anni in cui il potere degli Stati Uniti di America, diventano predominanti nella storia Europea; in Italia, al posto di Napoleone, venne assoldato Giuseppe Garibaldi, detto l'eroe dei due mondi.

La nostra Italia era allora dominata in parte dagli spagnoli, in parte dai francesi, in parte dagli inglesi, in parte dai tedeschi. Gli americani, appoggiati dagli inglesi, intrapresero dure battaglie al fine di sobillare il popolo italiano, in modo che si riunificasse sotto l'egida, cioè lo scudo, nord americano. Al popolo veniva fatto credere che sarebbe nata una nuova nazione unita, cioè una nuova Italia, libera ed indipendente. Ma la realtà sarebbe stata ben diversa.

Da una parte vi era Giuseppe Mazzini; da un'altra vi era Giuseppe Garibaldi; da un'altra parte vi erano i francesi, che dominavano il Piemonte, con il Re discendente dalla famiglia dei Savoia.

Furono proprio i Savoia a riunificare l'Italia e a sottometterla per sempre al governo nord americano.

La proclamazione del Regno d'Italia avvenne nel 1861, precisamente con legge 17 marzo 1861, n. 4761; con questa legge Vittorio Emanuele Secondo II, si proclamò Re d'Italia. Come primo Presidente del Consiglio dei Ministri, fu scelto dal Re uno statista esperto, cioè Camillo Benso, detto Conte di Cavour.

Attività del primo governo di Camillo Benso detto Cavour

Allora vi era la Camera dei Deputati, eletti nelle varie regioni italiane e il Senato, i cui componenti erano tutti nominati dal Re. Le attività principali del governo Cavour furono quelle sia di tenere unite le varie regioni, sia di creare una nuova economia, detta liberale e anticlericale; cioè una prima economia moderna, di tipo occidentale, che vede i costumi nord americani adattati al popolo europeo e al popolo italiano, in particolare.

Il governo sostenne il libero scambio, cioè la importazione di merci americane e la esportazione di merci italiane. I prodotti industriali venivano pianificati in America, e realizzati sia in America, sia in Europa, sia in Italia. Fu soprattutto la ferrovia, cioè il trasporto di merci e persone su rotaia, a sviluppare la economia italiana e a tenerla sottomessa a quella americana, come è ancora oggi la intera nostra industria.

Le elezioni del primo parlamento italiano avvennero tra fine gennaio del 1861 e il 3 gennaio del 1861. Il 22 marzo del 1861 Cavour viene confermato come primo ministro; egli si riservò i poteri di Ministro degli Esteri e Ministro della Marina. Allora la Marina era il potere militare di maggiore importanza, in quanto non esisteva ancora né l'aviazione né esistevano le navette spaziali e le guerre stellari. L'esercito meridionale di Giuseppe Garibaldi fu sciolto; Garibaldi era quello che aveva distrutto con le armi tutte le industrie meridionali, allora all'avanguardia, soprattutto in campo ferroviario. Cavour morì il 6 giugno del 1861, alla età di circa 51 anni, essendo nato il 10 agosto del 1810.

Il controllo della stampa veniva assicurato dalla agenzia Guglielmo Stefani, finanziata da Cavour. La stampa fu fondamentale per tenere unito il popolo italiano; allora non vi era internet, né radio, né televisione.

La figura storica di Camillo Benso detto Cavour

Cavour è discendente da una nobile e ricca famiglia del Piemonte; frequentò l'accademia militare a Torino, diventando ufficiale del genio. Viaggiò all'estero, in particolare in Francia e in Gran Bretagna, collaborando con i governanti dei rispettivi paesi in cui viveva. Era un ricco proprietario terriero; sviluppò in modo notevole l'agricoltura delle sue terre, usando i mezzi agricoli, importati dall'estero, che l'industria metteva a sua disposizione. In particolare i molini realizzati con macchinari importati dall'America. Dalle sue terre ricavò ingenti guadagni. Egli era anche uno scrittore su argomenti agricoli, industriali, politici. Egli sosteneva anche lo sviluppo delle ferrovie.

Nell'ottobre del 1850 divenne ministro dell'Agricoltura e del Commercio, del governo Piemontese. Egli firmò in tale veste di ministro molti trattati commerciali con le altre nazioni europee. Divenuto anche ministro della marina, fu favorevole alla introduzione dei motori a vapore, come propulsori delle navi.

Nel 1855 partecipò alla guerra di Crimea, facendo inviare un battaglione di soldati piemontesi, a fianco dei soldati inglesi e francesi, che avevano dichiarato guerra alla Russia. Negli anni precedenti al 1861, Cavour, in qualità di primo ministro del governo piemontese, si alleò con il governo francese, onde sottrarre al governo austriaco buona parte delle regioni italiane, tra cui Lombardia e Veneto. Cavour favorì nel maggio del 1860 la spedizione dei mille, di Giuseppe Garibaldi, che aveva lo scopo di annettere il Meridione italiano, detto allora Regno delle due sicilie, ma che comprendeva sia la Sicilia attuale, sia Calabria, Campania, Puglia, Basilicata. Le due sicilie erano governate allora dal governo borbonico, cioè dagli spagnoli.

Fu proprio in questo periodo della unificazione che Cavour si dimostrò un abile politico. Da una parte vi era Giuseppe Garibaldi, finanziato da inglesi e americani, che volevano conquistare l'intera Italia, sottraendola agli spagnoli e agli austriaci. Anche Giuseppe Mazzini era finanziato da americani e inglesi, onde sottomettere l'intera Europa agli americani, sottraendola agli spagnoli, ai francesi e ai tedeschi.

La unificazione italiana fu un compromesso tra francesi e inglesi, e Cavour fu appunto il mediatore tra queste due potenze straniere.

2019

prof. Pietro De Paolis

 

Esercizio di questa lezione

Lezioni storia quinta superiore

Lezioni storia classe quinta

Esercizi storia classe quinta

Lezioni classe quinta

Esercizi classe terza

Aula classe quinta

 

Indice Scuola Elettrica - generico


Scuola Elettrica



 

Altre applicazioni


Mappa per tipo di scuola

 

Indice di tutte le pagine del sito


Guida per navigare


Richiesta informazioni


Scuola Elettrica